Tag Archivio: cultura

Le 10 frasi più belle del Madiba (e cosa significano)

Nelson Mandela (1918-2013)

 

 “Provare risentimento è come bere tutti i giorni veleno, sperando che uccida il tuo nemico”. Lo diceva Nelson Mandela, dopo 27 anni a Robben Island che avrebbero “avvelenato” chiunque. Libertà intellettuale, tenacia, speranza: la forza del Madiba si trascrive nelle frasi che hanno segnato la sua vita.

Ecco 10 tra le più significative

di Alberto Magnani

Continua a leggere

Brescia, viaggio tra storia e meraviglia

10454569_830477330322778_6367611086562392891_n

 

Venerdì 24 aprile noi, studenti della 3^A, accompagnati dalla professoressa Mustica e dalla professoressa Ziletti, ci siamo recati a Brescia, per scoprire meglio gli angoli suggestivi della nostra città. È infatti interessante notare come spesso, nonostante le frequenti visite, molti ragazzi non conoscano i principali luoghi storici e culturali del nostro capoluogo, il che è ancor più sorprendente vista la storia ricca e millenaria di Brescia.

Continua a leggere

Incontro col Procuratore Capo di Lecco

image001

Da sinistra Resta, Chiappani, Corsetti e Bornati

 

È stato affollato l’incontro al Pascal di Manerbio tra gli studenti e il Procuratore Capo di Lecco Antonio Chiappani dal titolo “Scuola e Legalità: antidoto alla corruzione e alle mafie”. Dopo i saluti del dirigente scolastico dott. Bornati, che ha esortato gli studenti a non alimentare il mercato degli stupefacenti poiché fonte di finanziamento delle mafie, sono intervenuti il capitano dei carabinieri di Verolanuova Corsetti e il Procuratore capo di Brescia. Tra  le autorità presenti il sindaco di Manerbio, il maggiore Giovanni Pillitteri e il Presidente della commissione Antimafia Regione Lombardia il consigliere Girelli.

Continua a leggere

Una sciagura senza fine

L'Isis distrugge scultura di un Lamassu (antica divinità assira)

 

Come l’Isis sta distruggendo alcune tra le più grandi bellezze artistiche e paesaggistiche sulla faccia della Terra nell’indifferenza quasi totale del resto del mondo.

L’Isis spaventa l’Occidente, ogni giorno sempre di più. O almeno così vogliono farci credere, visto che la sfida si disputa tra una sola organizzazione terroristico-militare contro una cinquantina di paesi (tra cui super-potenze mondiali). Nel frattempo che i vari Paesi della coalizione anti-Isis trovino un accordo su come intervenire, il califfato avanza sul terreno, causando morte e devastazione.

Ma tra tutto ciò, quello che dovrebbe davvero spaventarci di questa avanzata jihadista è la totale scelleratezza dell’ideologia che la fomenta, che si manifesta anche nella distruzione dei reperti ed edifici archeologici delle antiche e gloriose civiltà che un tempo popolavano il Medio Oriente.

Continua a leggere