Libia. Quali scenari?

Libya

 

A partire dall’uccisione di Gheddafi (2011) risulta difficile pensare alla Libia ancora come a una nazione, visto che da quattro anni essa è una polveriera segnata da sanguinose guerre fratricide tra clan, tribù e miliziani di ogni bandiera. A complicare la situazione, alcuni di questi gruppi hanno scelto di recente l’adesione all’Isis (per esempio le milizie che controllano la città di Derna) per potenziare la loro capacità di reclutamento e di controllo sul territorio.

Alla luce della discussione tenutasi in classe, e tenendo conto della ricca storia della Libia (che ancora oggi segna gli sviluppi delle principali contese territoriali tra gli antichi clan e tribù), vi invito a scrivere nei prossimi giorni le consuete 10-15 righe, per esprimere il vostro parere sulla crisi Libica e sull’eventuale intervento armato da parte dell’ONU per pacificare il Paese.

Se la diplomazia dovesse fallire, ritieni che un intervento militare da parte delle potenze straniere possa sanare le profonde lotte tra fazioni in Libia? Ritieni esistano soluzioni migliori per la crisi libica?

Vi linco un articolo chiaro e sintetico di The Post Internazionale che descrive l’attuale situazione in Libia: “Cosa succede in Libia” (17.02.2015)

Qui potete scaricare con un click le slide che ho presentato martedì in classe: Libia. Quali scenari? (M. Benedetti)

Buon lavoro e buon fine-settimana!

Marco Benedetti, classe 3^A liceo