Archivio Categorie: Eventi esterni

MEiD ospite a Radio RBV. Il bullismo raccontato con il rap.

16923318_1629651673716563_1495198096_n

Presentazione del singolo “A TESTA BASSA” 

Michael Bernardoni,in arte MEiD , originario di San Bassano (Cr) non è solo un diciasettenne frequentante l’Istituto Rachetti di Crema ,ma anche un rapper emergente.
Michael si avvicina alla musica rap nel 2013 e da circa un anno produce canzoni nello studio di produzione torinese RKH.

Il giovane artista, dopo un’esperienza personale di bullismo, ha deciso di mettere a nudo questa triste realtà.
“Crescendo -racconta il repper – ho visto tante situazioni di bullismo e mi sono avvicinato a queste storie immedesimandomi non solo nella sofferenza della vittima ,ma anche nella tristezza interiore del bullo”.
“A TESTA BASSA” è il nome del brano che denuncia ,attraverso l’aiuto dei ragazzi delle scuole medie di San Bassano, il sempre più diffusi episodi di bullismo.
Il brano, disponibile su YouTube dal 10 febbraio 2017,ha registrato in ventiquattro ore oltre quattromila visualizzazioni e una vera e propria ondata di condivisioni. Continua a leggere

California dreaming

PBBP_American_Flag

Ciao a tutti, sono Martina Massimiliani di 4^A liceo e volevo condividere con voi quella che per me è più di un’esperienza, una scelta di vita. Mi trovo in California da cinque mesi per un programma di studi all’estero della durata di dieci mesi. Questa permanenza è molto più di quello che chiunque possa consigliarvi per migliorare le vostre competenze linguistiche e non solo: qui ci si mette alla prova ogni momento, si cresce ogni giorno, si sperimentano e affrontano cose nuove ogni istante. Essere dall’altra parte del mondo a diciassette anni non è, però, sempre invogliante come viene raccontato: è una sfida il più delle volte. Prendere da soli un aereo che vi separi dagli affetti quotidiani, vivere con tempi diversi, abitudini nuove e pregiudizi da sfatare non è proprio da tutti e garantisco che nessuna emozione sarà mai paragonabile a quella di girare l’angolo con 23 kg di valige in mano e salutare con lo sguardo pieno di lacrime i propri genitori e amici. Ci sono momenti duri in quello che sembra il sogno di ogni ragazzo della mia età ma se c’è una cosa che ho imparato dal doverli affrontare è che alla fine da essi si impara soltanto: ti fanno le ossa, in un certo senso. Questa esperienza mi ha insegnato che per ogni momento negativo della nostra vita, con un po’ di forza di volontà, se ne può sempre costruire qualcosa di buono. Nessuno in fin dei conti vi dirà mai che sarà facile come lo sembra: vivi la stessa vita per 17 anni, e poi, d’improvviso, cambi. Ma nulla al mondo è in grado di farti capire chi sei, dove vuoi e puoi arrivare con un po’ di coraggio più di questi cambiamenti. Vi garantisco che certe lezioni ed esperienze nessuno potrà mai trovarle tra i libri di scuola, nessuna emozione potrà mai sostituire il primo giorno di scuola in America, la prima partita di football e il primo ballo scolastico, per non parlare del momento in cui realizzi di sognare in una lingua che non è la tua (perché sì, può capitare anche questo, ed è una sensazione indescrivibile). Continua a leggere

Posizione del nostro Comitato sul corteo contro la settimana corta

Sul corteo contro la settimana corta, che implica anche lo sciopero per chi vi partecipasse, la posizione del Comitato studentesco del Pascal è la seguente:

Piena adesione alle ragioni dell’iniziativa.

Questa decisione deriva dall’esito del sondaggio che abbiamo effettuato nel nostro istituto ufficialmente l’anno scorso tra studenti (e anche genitori), che ha visto una maggioranza schiacciante per mantenere l’attuale sistema.

In aggiunta, a prescindere dalle posizioni personali di ciascuno, riteniamo che sia giusto, una volta consultati gli studenti, che il voto della maggioranza venga rispettato a prescindere dall’esito. Essere presi in giro non ci piace e non intendiamo assecondare questo comportamento.

Auspichiamo quindi che vi sia una delegazione di studenti della nostra scuola che partecipi alla manifestazione a Brescia (chi fosse interessato ce lo segnali).

I Rappresentanti di Istituto, per quanto approvino le ragioni dell’iniziativa, non parteciperanno perché impegnati in quel giorno a presiedere l’assemblea di istituto per l’ITT.

Infine, pensiamo che sarebbe stato meglio a nostro giudizio avere una manifestazione organizzata per il pomeriggio anziché la mattina. Riteniamo infatti che come studenti daremmo un segnale più forte se dimostrassimo che siamo interessati a sacrificare anche il nostro tempo libero per le idee in cui crediamo (se non vogliamo che chi ci governa pensi solo che siamo interessati a saltare lezione). Certo, ci sarebbe magari meno partecipazione, ma pensiamo che saremmo presi in maggiore considerazione: è proprio il caso di dire “POCHI MA BUONI“.

Detto questo conosciamo già alcuni dei componenti della nostra delegazione che venerdì saranno presenti a Brescia e sappiamo per certo che il loro contributo è sincero: essi hanno l’appoggio di tutto il Pascal e ci rendono orgogliosi!

 

Marco Benedetti

Mattia Buzzoni

Assemblea dei rappresentanti del 21 Gennaio 2016

Bilancio della festa di dicembre: riuscita, ma con punti di miglioramento (in vista della prossima giornata della creatività di Primavera).

  • Sfratto dalle classi ad opera dei docenti, da risolversi installando nelle classi dei laboratori originali, di cui i rappresentanti di classe saranno i primi responsabili
  • Organizzazione della festa da avviare già 2 mesi prima
  • Incontri preparatori per il gruppo musicale (1/2 volte al mese), nel primissimo pomeriggio, con pizza gratis. Chi fosse interessato ad aderire al gruppo musicale si rivolgerà ai rappresentanti di istituto
  • Migliore gestione degli arbitri dei tornei
  • Premi allettanti per le classi coi laboratori più belli, al fine di spronare a maggiore partecipazione (che peraltro è obbligatoria)
  • Rinfresco in classe, con le cibarie che ognuno porterà da casa.

 

Felpe di Istituto. Si farà un secondo ordine, per tutti gli interessati che ancora non avessero la loro felpa. Costoro devono farci avere NOME, COGNOME, CLASSE, FELPA, TAGLIA, COLORE, entro la fine di gennaio. I braccialetti-omaggio arriveranno entro metà febbraio.
Continua a leggere