Ciao Claudio


Screenshot_2017-05-29-07-32-37-1-1

“É successo all’improvviso, così come all’improvviso sei entrato nelle nostre vite. Con quel sorriso disarmante hai fatto crollare le barriere dell’imbarazzo e del sospetto facendoci capire che dietro alle apparenze c’è sempre un qualcosa in più, nel tuo caso qualcosa di straordinario.

Eri quello con i sogni più ambiziosi, destinato ad essere un grande. Avevi le idee chiare, saresti diventato un anatomopatologo e guai a chi non si fosse stupito di questa scelta!

Hai avuto la forza e il coraggio di riprendere in mano la tua vita e capovolgerla come nessun altro avrebbe saputo fare. Mancava così poco all’esame di medicina a cui tanto ambivi, tappa indispensabile di quel lungo percorso che hai programmato senza lasciare spazio al caso. Puntavi in alto, consapevole che il gioco sarebbe valso la candela perchè nulla al mondo avrebbe spento la tua grande voglia di riscatto.

Ho letto una frase che diceva: “Vivo la mia vita come fossi un treno in corsa, non rimpiango le fermate che ho lasciato alle spalle ma guardo avanti. Non supplico nessuno di salire a bordo, ma faccio accomodare in prima fila chi vuole davvero farne parte.” ed è proprio così che funziona con te. L’amicizia come un viaggio a volte impetuoso è fatta per pochi, e noi abbiamo la fortuna di essere saliti su quel treno.

Non voglio cambiare tono di voce, non voglio assumere un’aria solenne o triste. Voglio continuare a ridere di quello che ci ha sempre fatto ridere, come quelle tue stupide manie di avere sempre i capelli in ordine, il capellino al posto giusto e la camicia impeccabilmente inamidata. Vuoi sempre avere l’ultima parola e programmare qualsiasi cosa, tanto che già a inizio settimana bisogna sapere cosa fare il sabato e non ti rassegni che si decida sempre all’ultimo secondo o anche il fatto che già a metà maggio hai consegnato la tesina, perchè insomma chi ci è mai riuscito? Solo tu.

Tu, che sei determinato e carismatico, tenebroso e raggiante, curioso e riservato, affascinante e amato, spontaneo e sincero, raffinato e altruista, bello e impossibile: sei fin troppo per una persona sola.

Rimarrà nei nostri cuori l’immagine di te che affronti tutte le preoccupazioni e i casini della vita con disinvoltura. L’immenso dolore che proviamo non cancellerà mai tutte quelle volte in cui ci abbiamo riso insieme.

Ciao Claudio”

25 Maggio 2017


 

 

Ci vuole forza

WhatsApp Image 2017-04-04 at 16.10.31

Ci vuole la forza per andare oltre.
Ci vuole la forza per affrontare chi la forza cerca di togliercela.
Ci vuole la forza di abbattere quel muro composto da persone che con forza si oppongono alla nostra avanzata e cercano di fermarla.
Ci vuole la forza di capire che il problema non siamo noi, la forza di diventare consapevoli del nostro valore. Continua a leggere

Gli studenti sulla strada della vita

sdr

In data 25 febbraio si è svolta l’assemblea d’istituto in aula magna. Il tema era il codice stradale e le vittime della strada. Hanno tenuto la conferenza quattro persone, ognuna con la propria storia e la propria esperienza di vita.

Roberto Merli, presidente dell’associazione CONdividere la strada della vita, ha aperto l’incontro. Padre di famiglia, ha perso nel 2000 il proprio figlio quattordicenne in un incidente stradale causato da un ubriaco, e ha condiviso con noi il suo dolore per una perdita così grande, rendendoci partecipi della sua sofferenza e mostrandoci quella ferita ancora aperta che lui stesso ha detto non rimarginabile, nemmeno col tempo che tutto cura.

Continua a leggere

MEiD ospite a Radio RBV. Il bullismo raccontato con il rap.

16923318_1629651673716563_1495198096_n

Presentazione del singolo “A TESTA BASSA” 

Michael Bernardoni,in arte MEiD , originario di San Bassano (Cr) non è solo un diciasettenne frequentante l’Istituto Rachetti di Crema ,ma anche un rapper emergente.
Michael si avvicina alla musica rap nel 2013 e da circa un anno produce canzoni nello studio di produzione torinese RKH.

Il giovane artista, dopo un’esperienza personale di bullismo, ha deciso di mettere a nudo questa triste realtà.
“Crescendo -racconta il repper – ho visto tante situazioni di bullismo e mi sono avvicinato a queste storie immedesimandomi non solo nella sofferenza della vittima ,ma anche nella tristezza interiore del bullo”.
“A TESTA BASSA” è il nome del brano che denuncia ,attraverso l’aiuto dei ragazzi delle scuole medie di San Bassano, il sempre più diffusi episodi di bullismo.
Il brano, disponibile su YouTube dal 10 febbraio 2017,ha registrato in ventiquattro ore oltre quattromila visualizzazioni e una vera e propria ondata di condivisioni. Continua a leggere

ABBIGLIAMENTO BELLA STAGIONE “PASCAL 2017”

Entro mercoledì 22 febbraio chiunque fosse interessato ai seguenti articoli può prenotarli contattando il proprio rappresentante di classe (o il rappresentante di fiducia) e versando i soldi necessari.

Sono disponibili:

  • Le T-shirt, col logo “Joker Pascal”, al prezzo di 9 euro
  • I braghini, col logo “Pascal”, al prezzo di 10 euro

Nella galleria di immagini trovate gli articoli proposti, dettagli tecnici e alcuni consigli che potete decidere di seguire per la selezione del vostro capo d’abbigliamento preferito.

 

Assemblea dei rappresentanti di Gennaio 2017

Ben ritornati! Vi presentiamo le novità e alcune tra le attività di questo pentamestre, che abbiamo appena inaugurato:

  1. Le felpe ordinate a questo giro sono state più di 170, e arriveranno presumibilmente a inizio febbraio.

IMG-20170116-WA0012

  1. Vi presentiamo i braghini e le t-shirt di istituto, disponibili in colori diversi, qui a fianco vedete il nuovo logo Joker-style, mentre in fondo all’articolo trovate i modelli di magliette e braghini. Per vedere le t-shirt consultate il nostro gruppo FB o il sito studenti.iis-pascal.it. Passeremo a mostrarvi le magliette in anteprima ed effettueremo l’ordine solo DOPO la consegna delle felpe. Il prezzo per la t-shirt non sarà superiore ai 10 euro.

 

  1. Abbiamo avviato i corsi pomeridiani organizzati da noi studenti, in collaborazione con l’Associazione Brainstorm. Sono aperte fino al 26 gennaio le iscrizioni per i corsi di:
  • Psicologia, costo 20 euro, partirà a inizio febbraio
  • Fumetti, costo 30 euro, partirà a inizio febbraio

Per iscrivervi potete mandare un SMS al numero 3661443708, indicando il vostro nome e cognome, il corso da voi scelto e la vostra classe. Le iscrizioni per il corso di anatomia invece verranno attivate solo a febbraio. Continua a leggere

California dreaming

PBBP_American_Flag

Ciao a tutti, sono Martina Massimiliani di 4^A liceo e volevo condividere con voi quella che per me è più di un’esperienza, una scelta di vita. Mi trovo in California da cinque mesi per un programma di studi all’estero della durata di dieci mesi. Questa permanenza è molto più di quello che chiunque possa consigliarvi per migliorare le vostre competenze linguistiche e non solo: qui ci si mette alla prova ogni momento, si cresce ogni giorno, si sperimentano e affrontano cose nuove ogni istante. Essere dall’altra parte del mondo a diciassette anni non è, però, sempre invogliante come viene raccontato: è una sfida il più delle volte. Prendere da soli un aereo che vi separi dagli affetti quotidiani, vivere con tempi diversi, abitudini nuove e pregiudizi da sfatare non è proprio da tutti e garantisco che nessuna emozione sarà mai paragonabile a quella di girare l’angolo con 23 kg di valige in mano e salutare con lo sguardo pieno di lacrime i propri genitori e amici. Ci sono momenti duri in quello che sembra il sogno di ogni ragazzo della mia età ma se c’è una cosa che ho imparato dal doverli affrontare è che alla fine da essi si impara soltanto: ti fanno le ossa, in un certo senso. Questa esperienza mi ha insegnato che per ogni momento negativo della nostra vita, con un po’ di forza di volontà, se ne può sempre costruire qualcosa di buono. Nessuno in fin dei conti vi dirà mai che sarà facile come lo sembra: vivi la stessa vita per 17 anni, e poi, d’improvviso, cambi. Ma nulla al mondo è in grado di farti capire chi sei, dove vuoi e puoi arrivare con un po’ di coraggio più di questi cambiamenti. Vi garantisco che certe lezioni ed esperienze nessuno potrà mai trovarle tra i libri di scuola, nessuna emozione potrà mai sostituire il primo giorno di scuola in America, la prima partita di football e il primo ballo scolastico, per non parlare del momento in cui realizzi di sognare in una lingua che non è la tua (perché sì, può capitare anche questo, ed è una sensazione indescrivibile). Continua a leggere

1 2 3 5